Non sento, non parlo, non vedo?


Istantanea_2016-01-27_06-01-04Oggi, in Italia, di che si parla?

Ma delle unioni civili e delle adozioni civili, naturalmente! Ma anche di sport, il calcio per la precisione!

Tutti i media, giornali cartacei e digitali compresi, non fanno altro che riempire le pagine, i programmi di questo e soltanto di questo!

Gli italiani devono concentrarsi su questo e soltanto su questo!

Expo? Ilva? Terra dei fuochi? Morti sul lavoro? Disoccupazione giovanile? Sanità? Scuola? Mafia? Assolutamente no! Bisogna che gli italiani non pensino! Per gli interessi di chi? Di cosa? E del clima e dei cambiamenti climatici? E delle ultime scoperte dello spazio? No! Gli italiani devono pensare solo a ciò che gli viene presentato in tv e nei giornali di stato e limitrofi!

Tutto questo per continuare l’azione soporifera mentale che sta portando alla totale alienazione delle classi sociali tra loro ed all’interno di loro! Si parla anche di terrorismo, cosa giusta, si vieta a chi ha superato i 30 anni di non mascherarsi per carnevale, oppure si ferma e si denuncia chi magari con un fucile giocattolo da portare al proprio bimbo come regalo di carnevale, va in giro per metropolitana, non avendolo incartato e celato dovutamente!

E dell’EXPO? Vogliamo parlarne? DEl miliardo e mezzo di soldi pubblici investiti e del bilancio ancora occulto o non pubblicato? E della TAV, che se scavano quella montagna potrebbe sprigionare non so quale sostanze venefiche per l’uomo e per la natura e poi a chi servirebbe ormai oggi  la TAV se non a quei politici passati e di oggi che ci hanno messo la faccia? E del ponte sullo stretto? Opera che da più di 20 anni è già costata decine di milioni di euro senza che ancora si sia costruito nulla ed è bene che non si faccia?
E” del precariato giovanile ? Oggi chiamato a tutele crescenti o a contratto buoni lavoro, o voucher lavoro? No! Bisogna che gli italiani non pensino a queste cose e stiano buoni, buoni, a lasciarsi scarnificare pian piano il proprio malconcio status economico e sociale, compreso quello costituzionale ormai passato a miglior vita!

La verità, non assoluta, di oggi, è che chi percepisce laute pensioni, più di una, o rendite politiche o rimborsi politici, e lì a decidere delle nostre pensioni, stipendi o indennità di disoccupazione, mentre loro, i furbi, si creano paradisi di privilegi economici e sociali, per se stessi e per le loro famiglie ed amici degli amici!

Una soluzione a tutto questo?  C’è!

Abolizione di Equitalia e simili, abolizione di tutte le tasse, tanto ormai paghiamo tutto di tasca nostra, abolizione di tutte le cartelle esattoriali o azzeramento del debito della povera gente, ridistribuzione del reddito, abolizione delle grosse proprietà private se fini a se stesse ed ai pochi proprietari, abolizione delle caste politiche, partitiche, sindacali, professionali e aggiungiamo noi massoniche e mafiose!

Visto che la soluzione c’è?

Svegliati davvero italiano, europeo, svegliati e guardati intorno che è pieno di gente come te , nella melma e nella disperazione economica! Svegliati e pensa finalmente!