LA MEMORIA E L’IMPEGNO

giuseppe impastato
  
1977-2013: 36 anni di attività contro la mafia e per la pace, tra memoria, ricerca e impegno civile 

 9 maggio 2013

 35° Anniversario dell’assassinio di Peppino Impastato 

LA MEMORIA E L’IMPEGNO 

 tratto da  scirocco

“Se si insegnasse la
bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la
rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi
sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni
speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine
alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come
erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così,
pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che
bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne
non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre
vivi la curiosità e lo stupore.”


Peppino Impastato
il post
Scrivere dopo una citazione di Peppino Impastato è sempre una responsabilita’ enorme e delicata! Qui vogliamo solo evidenziare il percorso del forum 2013 a 35 anni dall’accaduto! Iniziato a Cinisi(PA) l’8 maggio, passato  a Ponteranica(Bg) l’11 maggio e conclusosi a Iseo (BS) il 13 maggio dove è stata intitolata a Peppino Impastato la Biblioteca all’interno del Circolo Arci dei Lavoratori.
Dalla home del sito dedicato a peppino CSD/ peppino impastato (clicca sul banner in alto!) potrete scoprire il percorso,gli eventi  sviluppati e dal sito stesso, che è ricco di materiale informativo storico, un vero archivio, potrete, se volete, approfondire argomenti e fatti  riguardanti la nostra storia italiana che senza questo archivio, verrebbe difficile divulgarla facilmente, se non a spezzoni,frammenti, in quanto la logica organizzativa dei fatti,eventi e malefatte degli ultimi 36 anni puo’ solo essere interpretrata da una sola prospettiva, quella di Peppino Impastato!
Delle sue/nostre idee di civiltà, di società, del suo combattere e resistere con la comunicazione, utilizzando i mezzi dei suoi tempi, ma anche nostri, come le radio libere, stampe,volantini,giornalini,assemblee, eventi improvvisati e tanto altro agire!
La sua idea, anche se peppino fisicamente non c’è più, è più viva che mai, in tanti giovani siciliani, italiani, gente comune, che usa la propria testa per pensare tenendo una mano sul cuore ed una mano a pugno chiuso in alto la testa!
Hasta siempre!