La più antica foresta fossile conosciuta al mondo


(Fonte CNN): La più antica foresta del mondo, risalenti a circa 385 milioni di anni, scoperta in una cava abbandonata nella parte settentrionale dello stato di New York, secondo un nuovo studio pubblicato su Current Biology.

Mentre setacciavano i terreni fossili nella regione di Catskill vicino al Cairo, New York, i ricercatori hanno scoperto l’ampio apparato radicale di alberi di 385 milioni di anni che esisteva durante il periodo Devoniano. Mentre le piante da seme non sono apparse fino a circa 10 milioni di anni dopo, questi apparati radicali conservati mostrano la presenza di alberi con foglie e legno – entrambi comuni nelle moderne piante da seme. La scoperta, pubblicata il 19 dicembre in Current Biology , è la prima prova che la transizione verso le foreste moderne è iniziata prima di quanto si pensasse.(link fonte)

 

 

 

 

Le radici fossilizzate appartenevano ad alberi con legno e foglie, simili a ciò che vediamo oggi, dice lo studio.
Questa scoperta è stata fatta al Cairo, a circa 40 miglia a sud di Albany. In precedenza, gli scienziati pensavano che una foresta fossilizzata a Gilboa, New York, fosse la prima, ma quella al Cairo è più vecchia di due o tre milioni di anni e drammaticamente diversa.

Il team ipotizza che un’alluvione catastrofica abbia ucciso la maggior parte degli alberi nella foresta e conservato l’apparato radicale come fossili. Hanno persino trovato fossili di pesci vicino agli alberi più grandi.

Alla fine, hanno identificato tre tipi di alberi, due dei quali erano unici per il sito, indicando un’ecologia distinta dal vicino sito di Gilboa.

“Con l’avvento delle foreste, vediamo un grande cambiamento nel tipo di ecologia che la terra ha sia nel regno terrestre che in quello marino”, ha detto Stein professore emerito di scienze biologiche alla Binghamton University”

Durante la Devoniana, gli scienziati affermano che un drastico calo dei livelli di CO2 ha portato a un raffreddamento della terra, che potrebbe aver causato un’estinzione alla fine del periodo.

L’estinzione di massa della tarda Devonia è stata uno dei cinque maggiori eventi di estinzione di massa nella storia della vita”, ha affermato il professor Johnny Waters, che è un co-leader del progetto quinquennale del Programma internazionale di geoscienze delle Nazioni Unite iniziato nel 2011. Il il gruppo di ricerca, che comprende la professoressa Sarah Carmichael, sta esaminando la relazione tra i cambiamenti climatici e i cambiamenti negli ecosistemi nel periodo devoniano, da 419 a 359 milioni di anni fa.

“Questa è la terza estinzione di massa più significativa ed è stata causata da piante”, ha detto Waters. “A differenza dell’estinzione di massa dei dinosauri, che era legata a un impatto con un asteroide, questa era legata all’ambiente”.

La scoperta fornisce un’istantanea di uno dei grandi periodi di transizione del pianeta, tra una terra senza foreste e una terra coperta di foreste, ha detto Christopher Berry .

 

“Questo è un po ‘l’opposto di quello che stiamo vivendo oggi, con la possibilità anche di un’estinzione”, ha detto Stein. Quindi, in questo senso, la storia conta. Se osserviamo l’origine di queste foreste e i loro effetti, e in particolare le piante stesse e ciò che stanno facendo, potremmo avere una visione dei processi che stanno accadendo oggi. “