L’addio di New Horizons a Ultima Thule (gif evocativa)

L’addio di New Horizons a Ultima Thule (gif evocativa)

addio di New Horizons a Ultima Thule Gli scienziati della missione hanno creato questo “film di partenza” da 14 immagini diverse scattate dal LORRI (New Range Reconnaissance Imager) poco dopo che l’astronave ha oltrepassato l’oggetto della cintura di Kuiper soprannominato Ultima Thule (ufficialmente nominato MU69 2014) il 1 ° gennaio 2019. La cornice centrale di questa sequenza è stata presa il 1 gennaio alle 05:42:42 UT (12:42 am EST), quando New Horizons era di 5.794 miglia (8.862 chilometri) oltre Ultima Thule, circa 4,1 miliardi di miglia (6,6 miliardi di chilometri) dalla Terra. La mezzaluna illuminata dell’oggetto è sfocata nei singoli fotogrammi perché durante questa scansione rapida è stato utilizzato un tempo di esposizione relativamente lungo per aumentare il livello del segnale della fotocamera, ma il team scientifico ha combinato e elaborato le immagini per rimuovere la sfocatura e rendere più nitida la mezzaluna sottile. Questo è il film più lontano di qualsiasi oggetto nel nostro Sistema Solare mai realizzato da qualsiasi veicolo spaziale. Le immagini rivelano un contorno della porzione “nascosta” dell’ultima Thule che non è stata illuminata dal Sole quando la navicella è stata zippata, ma può essere “tracciata” perché ha bloccato la vista alle stelle dello sfondo anche nell’immagine.
Crediti: NASA / Johns Hopkins Applied Physics Laboratory / Southwest Research Institute / National Optical Astronomy Observatory
……
Animazione video

 

Queste non sono le ultime immagini di Ultima Thule che New Horizons invierà sulla Terra – anzi, ne arriveranno molte altre – ma sono le viste finali che New Horizons ha catturato del KBO (ufficialmente chiamato MU69 2014) mentre correva via a oltre 31.000 miglia all’ora (50.000 chilometri all’ora) il 1 gennaio. Le immagini sono state scattate circa 10 minuti dopo che New Horizons ha superato il punto di avvicinamento più vicino.

“Questa è davvero un’incredibile sequenza di immagini, scattata da un veicolo spaziale che esplora un piccolo mondo a quattro miliardi di miglia di distanza dalla Terra”, ha dichiarato il principale investigatore della missione Alan Stern, del Southwest Research Institute. “Nulla di tutto questo è mai stato catturato nelle immagini.”

fonte nasa.gov


 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi