Le morti di ieri come le morti di oggi!Aria di regime!

A Genova, Roma, Reggio Emilia, Palermo, Licata, Catania, Napoli, Modena, Parma e tante altre città, al Nord come al Sud, manifestazioni antifasciste e scioperi - 11 morti, centinaia di feriti e di arrestati - A Reggio Emilia i fatti più gravi - Tambroni se ne deve andare, ma, anni dopo, la solita impunità per chi ha sparato ad altezza d’uomo
A Genova, Roma, Reggio Emilia, Palermo, Licata, Catania, Napoli, Modena, Parma e tante altre città, al Nord come al Sud, manifestazioni antifasciste e scioperi – 11 morti, centinaia di feriti e di arrestati – A Reggio Emilia i fatti più gravi – Tambroni se ne deve andare, ma, anni dopo, la solita impunità per chi ha sparato ad altezza d’uomo


Qui il video di fanpage su facebook sulle ultime cariche e manganellate contro persino una consigliere a Napoli durante la visita del presidente del consiglio,contestato,il link è questo:
https://www.facebook.com/TuttiConIlM5S/videos/547327178807684/?hc_ref=NEWSFEED

Schermata del 2016-09-17 18-00-48

Come nel 1960, si aspettavano le olimpiadi, bisognava approvare il bilancio di stato, allora il parlamento incaricò Tambroni,democristiano, che si alleò con i neofascisti del msi!

Si cominciò con le cariche, fino ad arrivare a sparare alla gente causando 11 morti e centinaia di feriti!

Corsi e ricorsi della storia italiana di cui sembra non si sia imparato nulla! Forse oggi è un pò diversa la testa della gente, forse è più consapevole, certo è che, comunque, un governo delle larghe intese come quello che ci ritroviamo, dopo i fatti di Napoli, e della morte del padre di famiglia che scioperava a Piacenza, il PD che è un partito di sinistra deve o dovrebbe farsi un esame di coscienza, almeno la sinistra di questo PD, e fare un passo indietro su tante cose, molte cose, primo fra tutti sul art.18, sul jobs act, sul referendum sulla costituzione e via, via, su tutte quelle leggine  che è hanno arrecato un forte danno al tessuto sociale di questo paese nato dalla resistenza partigiana!
—-