Marte? Sempre più uguale alla Terra!

curiosity

Curiosity è un successo dietro l’altro! Appena vedi una immagine di Marte, non hai il tempo di rimanere a bocca aperta che ti ritrovi una nuova immagine-notizia, che ti fa esplodere di consapevolezza!

Marte è sempre più simile alla Terra, ha le stesse caratteristiche morfologiche del terreno, gli stessi minerali e composti chimici, ha tutto quello che prima si credeva non avesse: tutti gli ingredienti che provano che ci può essere stata vita o che ci sarà!

Qui una immagine recente di curiosity che ha appena forato una zona di faglie nei pressi di  Mount Sharp, ufficialmente Aeolis Mons (IPA: [iːəlɨs mɒnz]), è una montagna su Marte. Esso costituisce il picco centrale all’interno del  cratere Gale e si trova a circa 5.08 ° S 137,85 ° E, cioè in parole povere, a sud est del globo di Marte.

mount sharp -immagine fonte Nasa http://www.nasa.gov/image-feature/jpl/pia20270/big-sky-and-greenhorn-drilling-area-on-mount-sharp
mount sharp -immagine fonte Nasa
http://www.nasa.gov/image-feature/jpl/pia20270/big-sky-and-greenhorn-drilling-area-on-mount-sharp

Cosa si nota in questa immagine? Si nota che dai fori esce quella polvere azzurrina che è silice! Si tratta di una sostanza chimica che si forma combinando il silicio con l’ossigeno.

Le azioni che sulla Terra hanno prodotto questo minerale sono dovuti ad intervento di sostanze acide per esempio generati dalla lava, fumarole vulcaniche, ed, oppure, ad intervento dell’acqua!

Ma non finisce qui, un altro minerale scoperto èla tridimite (un biossido di silicio,rarissimo sulla Terra), la cui origine necessita di altissime temperature, come quelle magmatiche ( da 800° a 1500° ), quindi, gli scienziati hanno concluso che Marte si è evoluta come la Terra, cioè che ha avuto simili evoluzioni magmatiche, quindi vulcani che eruttano, quindi placche che si rompono, quindi…ma stiamo parlando della Terra o di Marte?

Più che cugini, potremmo chiamarli fratelli, e la Terra è il maggiore!

2 thoughts on “Marte? Sempre più uguale alla Terra!

    1. Nell’articolo è stato riportato soltanto il progresso di ricerca di curiosity come da articolo fonte originario Nasa, con le riflessioni degli scienziati che ci lavorano su. E’ solo un feed di info su come sta andando la ricerca su Marte che ovviamente va a piccoli passi e dovute prove.

Comments are closed.