Nuovo video-spot no-profit 2019 by comotvfree

Nuovo video-spot no-profit 2019 by comotvfree –     Forse sì, forse no, che importa! Noi siamo qui, anche questo undicesimo anno di vita social community & web Communications, per lo stesso motivo di ieri, lo scambio di info e news tra noi, comunities, a cui comotvfree è aggregata come portale multimediale e blog! Se esistiamo dobbiamo molto a tanti collaboratori e collaboratrici che negli anni abbiamo avuto compagni di cammino! Naturalmente chi ci ha seguito in questi anni semplicemente con il tanto bistrattato “like”, che poi, scusate, ma è sempre libera espressione di un individuo consapevole e quindi va rispettato, poi, purtroppo, dobbiamo la nostra presenza in causa di tutti i processi di regressione che la società civile ha avuto in questo ultimo ventennio! Ahi noi! Comunque nel concludere, poche parole, noi ci siamo! staff-comotvfree  

Nuvole su Marte (gif)

Il rover Curiosity Mars della NASA ha fotografato queste nuvole vaganti il ​​12 maggio 2019, il giorno 2405, o sol, della missione, usando le sue telecamere di navigazione in bianco e nero

Curiosity Mars della NASA ha fotografato queste nuvole vaganti il ​​12 maggio 2019, il giorno 2405, o sol, della missione, usando le sue telecamere di navigazione in bianco e nero –“Sono probabilmente nuvole di ghiaccio d’acqua a circa 19 miglia (31 chilometri) sopra la superficie. Sono anche nuvole “nottilucenti”, il che significa che sono così alte da essere ancora illuminate dal Sole, anche quando è notte sulla superficie di Marte. Gli scienziati possono osservare quando la luce lascia le nuvole e utilizzare queste informazioni per dedurre la loro altitudine. Ulteriori informazioni su Curiosity sono disponibili online all’indirizzo: http://www.nasa.gov/msl e http://mars.jpl.nasa.gov/msl/ .”  

Andremo sulla Luna, per restare, entro il 2024. Ed ecco come.

https://www.nasa.gov/specials/moon2mars/

—————— Andremo sulla Luna, per restare, entro il 2024. Ed ecco come. “Il presidente Donald Trump ha chiesto alla NASA di accelerare i nostri piani di tornare sulla Luna e di sbarcare di nuovo gli umani in superficie entro il 2024. Andremo con nuove tecnologie e sistemi innovativi per esplorare più luoghi sulla superficie di quanto si pensasse fosse possibile. Questa volta, quando andremo sulla Luna, resteremo. E poi useremo quello che apprenderemo sulla Luna per fare il prossimo salto gigante – mandare gli astronauti su Marte “ -Amministratore NASA Jim Bridenstine ———————– ——————- https://images.nasa.gov/      

Nasa-missione-juno:”cambiamenti nel campo magnetico di Giove:”

Nasa-missione-juno:”cambiamenti nel campo magnetico di Giove:” La missione Juno della NASA a Giove ha fatto la prima scoperta definitiva oltre il nostro mondo di un campo magnetico interno che cambia nel tempo, un fenomeno chiamato variazione secolare. Juno ha determinato che la variazione secolare del gigante gassoso è probabilmente guidata dai venti atmosferici profondi del pianeta. “La scoperta aiuterà gli scienziati a comprendere ulteriormente la struttura interna di Giove – tra cui dinamica atmosferica – così come i cambiamenti nel campo magnetico della Terra.” —————————  

Black Hole

Black Hole Ipotizzato come paradosso 100 anni fa, oggi, grazie al genio anche di alcuni italiani, il buco nero ha la sua immagine reale, una fotografia, che è il prodotto di un immane lavoro lunghissimo! Grazie davvero per questo passo gigantesco che avete fatto compiere alla conoscenza umana! Il “Black Hole” è svelato! immagine fonte:“NASA”  da fonte ufficiale “NASA” (Un buco nero è un oggetto estremamente denso da cui nessuna luce può sfuggire. Tutto ciò che rientra nell’orizzonte degli eventi di un buco nero, il suo punto di non ritorno, sarà consumato, per non riemergere mai, a causa della gravità inimmaginabile del buco nero. Per sua stessa natura, un buco nero non può essere visto, ma il disco caldo di materiale che lo circonda brilla luminoso. Contro uno sfondo luminoso, come questo disco, un buco nero sembra gettare un’ombra.    La splendida nuova immagine mostra l’ombra del buco nero supermassiccio nel centro di Messier … Continue reading

Il rover “Opportunity” della Nasa ha terminato la missione su Marte.

Il rover “Oportunity” della Nasa ha terminato la missione su Marte. ……………………… Progettato per funzionare per 90 giorni, l’esplorazione ha attraversato più di 15 anni dal 2004 al 2019. Lungo la strada, ha scoperto la prova definitiva dell’acqua liquida sull’antico Marte e ha stabilito il record di guida fuori dal mondo. Per ulteriori informazioni sui Mars Exploration Rovers e su tutte le missioni su Marte della NASA, visita mars.nasa.gov ——————— Dopo 15 anni, la missione del rover Opportunity della NASA è giunta al termine. La missione Mars Exploration Rovers comprendeva due rover identici a dimensione di carrello da golf: Spirit e Opportunity . Spirit è atterrato a Gusev Crater il 4 gennaio 2004. Opportunity è atterrato sul lato opposto di Marte a Meridiani Planum il 24 gennaio 2004 PST (25 gennaio EST). Entrambi i rover sono stati gestiti per la NASA dal Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in … Continue reading

La Terra avvolta in una bolla colorata di aria vista dallo spazio.

Il 7 ottobre 2018, un astronauta a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) ha sparato questa foto mentre era in orbita ad un’altitudine di un ltre 250 miglia in Australia. La tonalità arancione che avvolge la Terra è conosciuto come  il riverbero notturno -diffuse fasci di luce che si estendono da 50 a 400 miglia nella nostra atmosfera. Il fenomeno si verifica in genere quando le molecole (principalmente azoto e ossigeno) sono energizzate dalle radiazioni ultraviolette (UV) dalla luce solare. Per rilasciare quell’energia, gli atomi nella bassa atmosfera si scontrano e perdono energia nella collisione. Il risultato è un airglow colorato. Airglow rivela alcuni dei meccanismi dei tratti superiori della nostra atmosfera. Può aiutare gli scienziati a conoscere il movimento delle particelle vicino all’interfaccia tra terra e spazio, comprese le is connessioni tra il  tempo atmosferico  e il tempo terrestre. I satelliti offrono un modo per studiare questa zona dinamica. Il satellite ICOS (Ionospheric Connection Explorer) della NASA aiuterà gli scienziati a … Continue reading

Nasa news:corpo interstellare del sistema solare cambia traiettoria.

Corpo interstellare del sistema solare cambia traiettoria. ————————– Nulla di allarmante, solo la presa visione che fuori dalla Terra, intorno al sistema solare, è tutto un caos! Cosa già nota agli astronomied agli appassionati, ma con questa rivelazione il tutto diviene abbastanza reale, cioè che l’universo è un caos, corpi che si spingono, che si scontrano, che si tuffano nella propria stella, buchi neri che si fondono tra loro, l’energia gravitazionale che attraversa l’intero universo e tutto ciò che ci sta dentro, compreso noi, come una marea! Ultima notizia è  riferita ad un corpo interstellare che ha cambiato velocità e traiettoria, cosa normale per gli scienziati, ma poco tranquillizzante per tutti noi che navighiamo in questo piccolo globo blu chiamato Terra! Qui le dichiarazioni degli esperti: “Le nostre misurazioni di alta precisione della posizione di Oumuamua hanno rivelato che c’era qualcosa che influenzava il suo movimento oltre alle forze gravitazionali … Continue reading

La NASA trova materiale organico antico su Marte

fonte NASA La NASA trova materiale organico antico, metano misterioso su Marte! Il rover della Curiosity della NASA ha trovato nuove prove conservate nelle rocce su Marte che suggeriscono che il pianeta avrebbe potuto supportare la vita antica, così come nuove prove nell’atmosfera di Marte che si riferiscono alla ricerca della vita attuale sul Pianeta Rosso. Sebbene non sia necessariamente la prova della vita stessa, queste scoperte sono un buon segno per le future missioni che esplorano la superficie e il sottosuolo del pianeta. Le nuove scoperte – molecole organiche “dure” in rocce sedimentarie di tre miliardi di anni vicino alla superficie, oltre a variazioni stagionali nei livelli di metano nell’atmosfera – compaiono nell’edizione dell’8 giugno della rivista Science. Le molecole organiche contengono carbonio e idrogeno e possono includere anche ossigeno, azoto e altri elementi. Sebbene comunemente associate alla vita, le molecole organiche possono anche essere create da processi non … Continue reading

L’aria calda ha contribuito a rendere 2017 il foro dell’ozono più piccolo dal 1988

L’aria calda ha contribuito a rendere 2017 il foro dell’ozono più piccolo dal 1988 Le misurazioni dai satelliti quest’anno hanno mostrato il foro nello strato di ozono della Terra che si forma sopra l’Antartide ogni settembre è stato il più piccolo osservato dal 1988, hanno annunciato i scienziati della NASA e NOAA. Il buco dell’ozono di quest’anno era simile in zona al buco nel 1988, circa un milione di chilometri più piccolo di quello del 2016. Anche se gli scienziati prevedono che il foro dell’ozono continuerà a ridursi, il foro di ozono più piccolo di quest’anno ha più a che fare con le condizioni climatiche rispetto all’intervento umano. Credits: NASA’s Goddard Space Flight Center/Kathryn Mersmann Scientific Visualization Studio fonte link: https://www.nasa.gov/feature/goddard/2017/warm-air-helped-make-2017-ozone-hole-smallest-since-1988