Roger Waters manda un pubblico vaffa a Zuckerberg


Roger Waters manda un pubblico vaffa a Zuckerberg

la conferenza stampa:

Qui descrizione da fonte youtube del contenuto in italiano:

“Vaffan..lo” Roger Waters su Zuckerberg, dopo aver risposto che non può usare un’iconica canzone dei Pink Floyd per la pubblicità. Another Brick in the Wall, scritto da Waters, è stato pubblicato per la prima volta nel 1979 nell’opera rock dei Pink Floyd “The Wall”. Oltre ad essere una canzone di protesta contro la scuola abusiva, il pezzo è spesso considerato di protesta; Il co-fondatore dei Pink Floyd Roger Waters ha negato la richiesta del fondatore di Facebook Mark Zuckerberg per i diritti di Another Brick in the Wall Pt. II per un “enorme GRANDE denaro” da utilizzare nel video promozionale della società, citando le politiche di censura della società; e il suo desiderio per un maggiore controllo in un’ampia varietà di aree. Parlando sul forum a sostegno del fondatore di Wikileaks Julian Assange, Waters ha letto una lettera di Zuckerberg, che ha detto di aver ricevuto di recente via e-mail. “È una richiesta di diritti per utilizzare la mia canzone, ‘Another Brick in the Wall, Pt. 2’ nella produzione di un video per promuovere Instagram”, ha detto Waters. “Quindi è una lettera di Mark Zuckerberg per me – che è arrivata questa mattina, con un’offerta di una grande, GRANDE somma di denaro, e la risposta è F*ck off! NO F*ck!”

Qui  lo stesso video con  traduzione audio in italiano del contenuto della descrizione video youtube ufficiale!