(DIS)INFORMAZIONE DI STATO.

Il 7 febbraio a Pavia si è tenuta una riunione del gruppo del movimento 5 stelle del territorio pavese e lombardo, che ha letteralmente cancellato il ruolo di detentore di rappresentanza del portavoce Orellana eletto da loro,cioè dal popolo 5stelle della provincia di Pavia!


Qui sotto il video pubblico della riunione:

Bene! Fin qui tutto normale! Poi vai a sentire i telegiornali di stato e di lobbies, e la notizia che viene data è la seguente:
Grillo dal suo blog sconfessa 4 suoi parlamentari!” (Che dittatore!) (sottinteso subbliminalmente!)!
Cioè che Beppe Grillo  è un padre podestà che cancella e caccia chi è contro di lui, in questo caso a causa delle critiche sul  suo incontro con RENZISCONI!
Ma la verità è ben altro! Basta guardare il video, osservare ed ascoltare attentamente la discussione, per capire che la notizia viene sempre storpiata, trasformata, addirittura stravolta! Se non stiamo attenti questi sono capaci di farci credere che le feci sono una leccornia e che, come ama ripetere Travaglio,

“ci pisciano addosso e la chiamano pioggia!
In questi giorni stanno rincoglionendo le menti ormai assuefatte e passive della gente con spettacoli allucinanti, lontani anni luce dalla vera e creativa cultura italiana, mentre dietro le quinte un uomo pilotato e sorretto da solo 1.500.000 di gente che ha pagato pure 2 euro per spingerlo lì dove è, in barba ai 10.000.000 di elettori del movimento 5 stelle, e da tant’altre milioni di gente che protesta, dispera, si affanna a sopravvivere, che rivendica, si sta piazzando nei posti di potere e controllo del BEL PAESE!

Ora sembra che il tutto sia ormai deciso, che i giochi sono fatti e la gente non si è accorta del piccolo golpetto che perdura ormai da tre anni, cioè dal 2011!
Ovvio che in un paese così l’informazione si compiaccia del potente del momento, giusto per garantirsi il loro status quo, e denigrano chi è invece contro, e questi non sono solo il movimento 5 stelle ma anche tutte quelle rappresentanze minoritarie ma fortemente radicate nel tessuto sociale , come i gruppi sindacali autonomi e di base (cobas usb cub…) o quelle appendici di rapppresentanze ufficiali come la fiom di Landini, ed anche tante associazioni,comunità, centri sociali che percorrono cammini alternativi di sviluppo collettivo!
L’informazione è ormai nella rete, perchè lì c’è il confronto, la disinformazione invece diviene la metodologia del regime democratico che tenta di istaurarsi!
 Tocca a tutti noi non lasciarsi confondere, circuire,  e mettersi con un pò di sacrificio a cercare la verità vera, o meglio la controinformazione, navigando in rete, ma anche nei social, seguendo questo o quel personaggio, giornalista, scrittore o  sindacalista che sia, guardando i video reali e magari in streaming live, insomma bisogna che ci sbattiamo un pò per fare luce in questo buio totale!
Per quanto ci riguarda  post come questo rappresenta un ulteriore strumento di controinformazione contrastante la verità celata invece dai masmedia ufficiali della comunicazione.